Il Bulldog francese ha una lunga storia come tradizionale cane da compagnia. Nato in Inghilterra come un “Bulldog in miniatura”, ha accompagnato le merlettaie inglesi in Francia, dove ha acquisito il suo nomignolo “francese”.

Con le sue tipiche orecchie da pipistrello, il Bulldog francese ha un fascino più unico che raro. Esteticamente, altre razze sono innegabilmente più glamour e vistose, ma… considerato che la bellezza è nell’occhio di chi guarda, ciò che molti vedono nel Bulldog francese sono gli attributi che rendono questa razza uno dei migliori cani da compagnia al mondo.

Il Bulldog francese è di piccole dimensioni, ma con un corpo muscolare particolarmente potente. Ha un cappotto corto e facile da curare, che accompagna la sua personalità accomodante. Al Bulldog francese piace giocare, ma gli piace anche trascorrere le sue giornate nel completo relax, sul divano. L’amore per il gioco e l’atteggiamento rilassato si ritrovano invece nelle sue periodiche sessioni di allenamento.

I Bulldog francesi sono intelligenti, e allenarli sarà facile e divertente, purché lo si faccia sembrare un gioco e lo si mantenga dinamico. Sono liberi pensatori e non sono una razza ideale per competere in obbedienza o agilità, anche se alcuni hanno raccolto la sfida positivamente. Questo approccio libero può anche portare ad una natura testarda e, dunque, occorre armarsi di un po’ di pazienza.

Generalmente il Bulldog francese va d’accordo con tutti, bambini compresi. Tuttavia, può essere particolarmente territoriale e possessivo, soprattutto in presenza di altri cani. La socializzazione è un must per questa razza, ma con la loro facile compagnia questo sarà sicuramente un compito piacevole. Con una natura allo stesso tempo simpatica e maliziosa, il Bulldog francese ha bisogno di vivere con qualcuno che sia coerente, fermo e paziente.

Segnaliamo inoltre come i Bulldog francesi siano ottimi cani da guardia e siano in grado di allertare i padroni dell’avvicinarsi agli estranei, sebbene non sia nel loro stile abbaiare senza motivo. Possono essere protettivi della loro casa e della loro famiglia, e alcuni cercheranno di difendere entrambi strenuamente, anche a costo di rischiare con la propria vita.

I Bulldog francesi non hanno bisogno di molto spazio e si comportano molto bene in appartamenti o piccole abitazioni. Un paio di passeggiate di 15 minuti al giorno dovrebbero evitare che diventino sovrappeso.

Abbia cura di mantenere il Bulldog francese in un ambiente fresco e confortevole. È infatti suscettibile di subire colpi di calore e ha bisogno di un ambiente climatizzato. Insomma, non è proprio il cane che può rimanere all’esterno in una giornata calda!

10 consigli per chi vuole avere un Bulldog francese

consigli per chi vuole avere un Bulldog francese

Di seguito abbiamo voluto individuare 10 pratici consigli per tutti coloro i quali desiderano avere un Bulldog francese in casa, e non sanno cosa attendersi!

  1. I bulldog francesi non hanno bisogno di molto esercizio fisico, ma hanno bisogno di passeggiate quotidiane per mantenersi ad un peso sano.
  2. I bulldog francesi non gestiscono molto bene il calore e devono essere monitorati nelle giornate calde per assicurarsi che non si sforzino troppo.
  3. I bulldog francesi possono essere facili da addestrare, ma possono anche essere testardi. Siate fermi e pazienti quando addestrate questa razza.
  4. Se apprezzate la pulizia, il Bulldog francese potrebbe non essere il cane che fa per voi, dal momento che è incline a sbavare. Può anche essere difficile da addestrare.
  5. I bulldog francesi possono essere una razza tranquilla e non sono conosciuti come razza che abbaia frequentemente (anche se ci sono eccezioni ad ogni regola!).
  6. Poiché non tendono ad essere abbaiatori eccessivi, i Bulldog francesi fanno dei cani da appartamento eccezionali.
  7. Anche se è importante sorvegliare sempre i bambini piccoli e i cani quando sono insieme, il Bulldog francese ama la compagnia dei bimbi.
  8. I Bulldog francesi sono ottimi cani da guardia, ma possono diventare territoriali e possessivi. Amano anche essere al centro dell’attenzione, il che può condurre a problemi comportamentali se sono troppo indulgenti.
  9. I Bulldog francesi sono cani da compagnia e stanno meglio quando riescono ad avere un contatto umano. Non sono una razza che può essere lasciata sola per lunghi periodi.
  10. Per avere un cane sano, non comprate mai un cucciolo da un allevatore irresponsabile!

La salute del Bulldog francese

La salute del Bulldog francese

Non tutti i Bulldog francesi vanno incontro a una o tutte le malattie che sotto riportiamo, ma è ovviamente molto importante essere consapevoli di tali patologie se state considerando questa razza.

In primo luogo, parliamo della displasia dell’anca. La displasia dell’anca è una condizione ereditaria in cui il femore non si inserisce perfettamente nell’alveolo pelvico dell’articolazione dell’anca. La displasia dell’anca può esistere con o senza segni clinici, e alcuni cani di questa razza possono mostrare dolore e zoppia su una o entrambe le zampe posteriori.

Un altro disturbo possibile è la sindrome brachicefalica. Questo disturbo si riscontra in cani con testa corta, narici strette, o palati allungati o molli. Le loro vie aeree sono ostruite a vari livelli e possono causare diversi fastidi, dalla respirazione rumorosa o faticosa al collasso totale delle vie aeree. Il trattamento nei cani con sindrome brachicefalica dipende a seconda della gravità della condizione, ma comprende l’ossigenoterapia e la chirurgia per allargare le narici o accorciare i palati.

Andando avanti con gli altri disturbi, non possiamo non fare cenno alle allergie, un problema comune nei cani. Ci sono tre tipi principali di allergie: allergie alimentari, che vengono trattate con un processo di eliminazione di alcuni alimenti dalla dieta del cane; allergie da contatto, causate da una reazione a una sostanza topica come la lettiera, polveri di pulci, shampoo per cani e altri prodotti chimici, e trattate rimuovendo la causa dell’allergia; e allergie inalanti, causate da allergeni presenti nell’aria come polline, polvere e muffa. Il farmaco per le allergie da inalazione dipende dalla gravità dell’allergia. È importante notare che le infezioni all’orecchio spesso accompagnano le allergie da inalazione.

Scorrendo l’elenco delle più comuni patologie, c’è anche la lussazione rotulea, un altro problema comune nei cani di piccola taglia. Questo disturbo si verifica quando la rotula, che ha tre parti – femore (osso della coscia), rotula e tibia (polpaccio) – non è correttamente allineata e scivola dentro e fuori posto. Questo causa zoppia o un’andatura anomala. Si tratta di una malattia congenita, cioè presente alla nascita, anche se l’effettivo disallineamento o lussazione non si verifica sempre molto più tardi. Lo sfregamento causato dalla lussazione rotulea può portare all’artrite, una malattia degenerativa delle articolazioni.

Proseguiamo poi con la malattia del disco intervertebrale, che si verifica quando un disco nella colonna vertebrale si rompe e spinge verso l’alto nel midollo spinale. Quando il disco spinge nel midollo spinale, le trasmissioni nervose sono inibite nel loro viaggio lungo il midollo spinale. La malattia del disco intervertebrale può essere causata da traumi, età o semplicemente dallo sbalzo fisico che si verifica quando un cane salta da un divano. Quando il disco si rompe, il cane di solito sente dolore e la rottura del disco può portare a debolezza e paralisi temporanea o permanente. Il trattamento di solito comporta farmaci antinfiammatori non steroidei appositamente studiati per i cani (non somministrate farmaci per uomini ai vostri cani!).

Chiudiamo infine con la malattia di Von Willebrand, una patologia del sangue che si può trovare sia negli esseri umani che nei cani. Questa malattia colpisce il processo di coagulazione dovuto alla riduzione del fattore von Willebrand nel sangue. Un cane affetto dalla malattia di von Willebrand presenta segni quali emorragie nasali, emorragie gengivali, emorragie prolungate dovute a interventi chirurgici e emorragie prolungate durante i cicli termici o dopo il parto. Occasionalmente, il sangue può anche essere trovato nelle feci.

Come prendersi cura del Bulldog francese

Come prendersi cura del Bulldog francese

I bulldog francesi non hanno bisogno di molto esercizio fisico. Hanno livelli di energia abbastanza bassi, anche se ci sono eccezioni ad ogni regola.

Per mantenere il loro peso basso, tuttavia, hanno bisogno di esercizio quotidiano attraverso brevi passeggiate o qualche sessione di gioco nel cortile. Molti Bulldog francesi amano giocare e trascorreranno gran parte del loro tempo in varie attività, ma non sono così ad alta energia da avere bisogno di un grande cortile o di lunghi periodi di esercizio.

Ricordiamo ancora che questa razza è incline all’esaurimento del calore e che le attività non devono dunque essere esercitate a temperature elevate. Limitare le passeggiate e il gioco attivo per rinfrescare la mattina e la sera. Quando si allena un Bulldog francese, tenete presente che, sebbene siano intelligenti e di solito desiderosi di piacere, sono anche liberi pensatori. Ciò significa che possono essere testardi.

Ad ogni modo, per suscitare l’interesse del vostro francese, cercate di far sembrare l’allenamento come un gioco, con tanto divertimento e qualche ghiotto premio. È importante addestrare il vostro cucciolo di Bulldog francese anche se avete intenzione di dargli la libertà di casa quando raggiunge l’età adulta. Indipendentemente dalla razza, i cuccioli infatti sono portati a esplorare, toccare cose che non dovrebbero toccare e masticare oggetti che possono danneggiarli.