Chiwawa a pelo lungo
credit: stock.adobe.com/makis7

Il Chiwawa a pelo lungo è una cane di piccolissime dimensioni, e deve avere un colore del manto accettato dallo standard della razza, mentre per quanto riguarda il peso, per essere accettato deve aggirarsi intorno ai 3 chilogrammi. Se il cane non raggiunge i 2 chilogrammi di peso una volta adulto, avrà una vita media di circa 11 anni, a causa delle sue dimensioni ridotte.

La coda del Chiwawa si presenta esteticamente voltata verso l’alto e d alcune volte piegata verso il dorso, mentre la testa ha una forma che ricorda molto una lampadina, con le orecchie ben aperte con l’attaccatura all’altezza degli occhi, che sono sporgenti dalla forma arrotondata. Come per ogni animale, anche la dentatura di questo piccolo cane richiede particolarmente cura ed attenzioni, perché tende a deteriorarsi nel tempo, mentre la potenza mascellare è di ben 81 chilogrammi.

Grazie alla sue dimensioni, questa razza canina è particolarmente adatta come cane da compagnia o da salotto, ma non dobbiamo dimenticare, che avendo un carattere iperattivo, è sempre in movimento. Per difendersi utilizzano la loro voce come tutti i cani di piccole dimensioni, ma non risultano essere particolarmente aggressivi.

Descrizione fisica

Il Chiwawa a pelo lungo, ma anche quello a pelo corto, è senza dubbio la razza canina più piccola al mondo, ma contrariamente a quanto possiamo credere, la sua struttura fisica è molto robusta. La testa è di dimensioni grandi rispetto al resto del corpo, ma sempre in armonia con il fisico e gli occhi sporgenti e ben distanziati tra loro di colore nero e la fronte spaziosa, sono le caratteristiche principali di questa razza animale.

Le orecchie sono poste in basso rispetto alla testa e sono molto grandi ed erette, ma la punta per essere un vero Chiwawa, deve essere arrotondata. Il collo di questo cane si presenta esteticamente leggermente arcuato e tendenzialmente non è molto lungo. Il torace è largo ed il tronco molto compatto, definito da un addome retratto, mentre le zampe posteriori si mostrano leggermente angolate all’altezza del ginocchio. La coda posta in alto può essere sia dritta che a forma di semicerchio e se è come quella del maiale, questa risulta essere nelle expo un difetto molto importante.

Variazioni del colore del manto

Le variazioni della colorazione del manto sono accettate, però lo standard ha escluso il “Merle” tra i colori che sono stati ammessi con la modifica in vigore a partire dal 21 ottobre 2009. Il Merle è un gene in grado di modificare il colore del manto di questi piccoli cani, conferendo al pelo delle chiazze, ed è costituito da due alleli: M che sta per Merle ed m che non è Merle, dove il Merle è appunto dominante sul non Merle. Per avere quindi la diluizione Merle sul colore di base dell’animale, basta che il gene sia presente su uno dei due cromosomi, per questo se abbiamo un cucciolo Merle i casa, è certo che uno dei genitori è Merle.

Come colore della razza, il Merle non esiste, per questo la recente comparsa e diffusione ci fa pensare che tutto questo non è dovuto ad una mutazione prettamente genetica e spontanea, quanto ad accoppiamenti di questa razza canina con altri cani, come ad esempio il bassotto oppure lo Spitz. Il Chiwawa Merle non è quindi una razza pura al 100%, ma un incrocio con diverse razze, e proprio per questo e per i problemi che tale gene manifesta, diversi paesi tra cui la Germania ed anche l’Inghilterra, hanno vietato la produzione di Chiwawa a pelo lungo con esemplari Merle. Nel corso degli anni specialmente negli Stati Uniti, sono nati diversi gruppi e movimenti contro la produzione di questa razza canina Merle, che molto spesso tende a manifestare gravi patologie come la cecità e la sordità. Oltre all’importanza di non allevare questa sottospecie di razza, dobbiamo ricordare che il Chiwawa a pelo lungo, è un animale dal carattere particolarmente attento, intelligente e vivace, dotato di una grande memoria.