diamante di gould

Il Diamante di Gould, nome scientifico Erythrura gouldiae è un piccolo passeriforme. Le sue dimensioni sono di circa 15 cm in lunghezza e 15 grammi di peso. La colorazione tipica è rappresentata dal dorso blu, petto viola, ventre giallo, punta della coda nera e una striscia turchese intorno alla testa. La testa può essere arancio, rossa o nera. Le femmine si distinguono per via dei colori meno vivaci. Va detto però che nel corso degli anni sono state selezionate  parecchie variazioni di colore, con una grandissima diversità di livree.

Le origini del Diamante di Gould vanno ricercate in Australia settentrionale. Ed è proprio in queste terre lontane che venne scoperto e descritto nel 1838 dal naturalista Jhon Gould. Quest’uccellino però è stato frequentemente riclassificato. In principio era ascritto al genere Poephila, in seguito ai Chloebia, ed infine agli Erythrura.

diamante di gould

La vita media di un Diamante di Gould è di 6-8 anni. Per favorire la longevità di questi adorabili animali sono importanti un ambiente adeguato alle sue esigenze, ma soprattutto privo di stress. Oltre a favorire un’alimentazione corretta e una buona igiene.

L’alimentazione adatta al Diamante di Gould

Il Diamante di Gould è un uccello granivoro. Questo vuol dire che andrà nutrito unicamente con miscele di semi dalle piccole dimensioni. Assicuratevi che siano specifiche per uccelli esotici. Inoltre, per garantirgli un’alimentazione corretta, queste miscele andranno integrate con frutta e verdura fresca, in particolare vegetali a foglia come insalata, spinaci e radicchio. Alla sera è importante eliminare il cibo deperibile  e rinnovarlo al mattino. Considerato l’elevato metabolismo di questi piccoli volatili, si faccia attenzione che cibo e acqua non manchino mai. Non possono sopportare lunghi momenti di digiuno.

La riproduzione dei Diamanti di Gould

I Diamanti di Gould non sono una specie facile da riprodurre, specie per chi è un allevatore amatoriale, per i quali si consiglia il diamante mandarino. Tuttavia, seguendo alcuni consigli utili, il tutto può risultare più semplificato. Per prima cosa è importare lasciare a disposizione della coppia un nido chiuso. Questo andrà poi posizionato in alto e imbottito di fieno morbido.

In media una femmina Diamante di Gould depone 5-7 uova. La cova inizia dopo la deposizione del quinto uovo e viene praticata al turno, sia dal maschio che dalla femmina. La schiusa avviene dopo due settimane. I piccoli vengono lasciati soli dopo dieci giorni dalla nascita ed è importante che l’ambiente sia molto caldo. Dopo venti giorni esatti lasciano il nido di loro spontanea iniziativa.

diamante di gould

La gabbia ideale

Un aspetto fondamentale per la serenità dei Diamanti di Gould è lo spazio. La gabbia dunque deve essere più ampia possibile. Meglio ancora se sviluppata in senso orizzontale, in modo da consentire agli uccelli di volare comodamente. Si raccomanda di posizionare diversi posatoi e il nido ben messo in alto. Un accessorio molto gradito agli uccelli in genere è la vaschetta per il bagno, facilmente reperibile nei negozi per animali.  Le gabbia va tenuta in un luogo sicuro e sopraelevato. Assicuratevi che le sbarre siano ravvicinate; è fondamentale che non vi siano piccole aperture attraverso le quali gli uccellini possano trovare una via di fuga.

Il Diamante di Gould ha bisogno di un clima caldo e asciutto, tollera poco il freddo, Motivo per cui è consigliabile porre la gabbia in casa. Non ama la solitudine e per questo va tenuto preferibilmente in coppia. Chi ha spazio a sufficienza può anche tenere 2-3 coppie insieme, basta solo munirsi di una gabbia ancora più grossa.

Approfondimenti e bibliografia