dinosauri erbivori

I dinosauri erbivori che popolavano la Terra milioni di anni fa sono principalmente sei. Iniziamo col  Brachiosauro, il cui nome significa “lucertola braccio” dovuto al suo lungo collo. Per rendere l’idea, si pensi che questo animale era in grado di alzare la testa fino a 12 metri da terra, la su lunghezza poteva anche andare oltre i 26 metri, e il peso si aggirava intorno alle 30 tonnellate.

Lo Stegosaurus, o Stegosauro visse 155 milioni di anni fa, precisamente nelle terre che oggi corrispondono agli Stati Uniti d’America e al Portogallo. La sua lunghezza era più o meno di 9 metri, per un’altezza di 4 metri e un peso di 3 tonnellate.

È ritenuto uno dei dinosauri preferiti dai bambini e non solo, facilmente riconoscibile per via delle sue placche ossee poste lungo tutta la spina dorsale. La coda, invece, presentava due temibile punte difensive all’estremità lunghe ben 60 centimetri.

Il Triceraptos, o semplicemente “faccia a tre corne”, visse nelle attuali terre del nord America, fino a 68 milioni di anni fa. È stato uno degli ultimi esemplari viventi prima dell’estinzione  dell’intera specie ed è l’unico che viveva con il terribile Tyrannosaurus Rex, di cui era preda. La lunghezza del Triceraptos andava dai 7 ai 10 metri, con un’altezza tra i 3,50 e i 4 metri.

Il Diplodocus  è un enorme quadrupede dal collo molto lungo, addirittura ancora più lungo di quello del Brachiosauro. Si pensa che la sua lunghezza fosse di 35 metri, con una testa sproporzionata rispetto a tutto il corpo.

Il Protoceratops è un piccolo dinosauro, detto anche “dinosauro cornuto”. Viveva nell’attuale Asia, in particolare in Cina e in Mongolia. Un così tanto singolare nome gli è stato dato per via del suo muso, che presentava un corno simile a quello degli attuali rinoceronti, anche se meno sviluppato. Non era uno dei dinosauri più grandi, anche se pesava 150 kg e la sua lunghezza era di 2 metri.

Il Patagotitan Mayorum è un esemplare scoperto di recente è pertanto non molto noto. Il nome completo è Patagotiano Mayorumo, in riferimento alla Patagonia, luogo dove è stato scoperto. Attualmente esiste un solo fossile e quindi gli studi sono limitati. In linea generale  gli esperti hanno dedotto che il Patagotitan misurasse intorno ai 37 metri e avesse un peso di 69 tonnellate. Quindi doveva essere un vero e proprio gigante, forse l’essere più grande che abbia mai messo piede sul pianeta Terra.