Il DNS Google è un servizio del famoso browser che serve ad ottimizzare le vostre ricerche e rendere la navigazione più veloce, pur mantenendo la massima sicurezza.

Il servizio è del tutto gratuito, anche perché vi sono altri provider che lo offrono, ma in genere si tende a preferirlo grazie alla leadership di Google nel web.

Il progetto, partito nel 2009, è oggi, a detta di Google, il più grande DNS pubblico che vanta circa 70 miliardi di richieste giornaliere.

Cosa sono i DNS nella navigazione

Come abbiamo accennato, usare i DNS di Google è utile a velocizzare la vostra connessione. Vediamo nel dettaglio perché la vostra navigazione sarà più rapida, mantenendo la vostra sicurezza.

Innanzitutto chiariamo il significato di DNS. Si tratta dell’acronimo di Domain Name System, o se preferite, sistema dei nomi di dominio, ovvero il sistema che consente di trovare il nome di un sito durante la vostra ricerca in internet.

Il web attribuisce un indirizzo IP ad ogni dominio, a cui è poi associato il nome. Il DNS consente ai computer di associare il nome di un dominio che voi digitate, perché vi interessa, al suo indirizzo IP che serve alla ricerca. Se non ci fosse questo sistema, dovreste conoscere il codice numerico dell’indirizzo IP. Come è facile immaginare, si tratterebbe di un sistema di ricerca veramente complicato.

dns google

I computer però utilizzano questi codici, anche se voi non ve ne accorgete proprio grazie al DNS. Possiamo dire che senza il DNS, sarebbe praticamente impossibile navigare. Molto meglio digitare una parola, piuttosto che una serie di numeri da ricordare a memoria.

Una volta digitato il nome, il vostro pc rintraccerà poi il numero IP del dominio cercato, grazie a dei server DNS, effettuando quello che in gergo si chiama redirect. Questo rallenta di per sé la navigazione, ma la velocità su internet rallenta più sensibilmente quando si presentano dei blocchi da parte degli operatori, o dei redirect fasulli o sbagliati.

In pratica, il server DNS potrebbe associare quel nome digitato ad un indirizzo IP sbagliato, rendendo la connessione al sito decisamente lenta. Anche se questo succede sempre più raramente, rimangono i problemi di blocchi e velocità, spesso nel caso di siti pirata.

Per questo è utile utilizzare i DNS Google.

I DNS Google: caratteristiche

Ora che sappiamo cosa è il DNS, vediamo perché utilizzare proprio quelli di Google, e come farlo. Google è innanzitutto il leader della navigazione moderna, che mette a disposizione strumenti molto evoluti e potenti. I DNS di Google, come altri, sono de tutto gratuiti e possono velocizzare enormemente l’associazione del nome del dominio con il suo indirizzo IP. Inoltre possono eludere i blocchi che molti fornitori di internet applicano a determinati siti.

Evitano i problemi dei siti non corrispondenti, e non rappresentano alcun rischio nella vostra navigazione. Certamente non sono “graditi” dai super amanti della privacy, perché la vostra navigazione viene sempre tracciata. In quel caso dovreste rivolgervi ad altri DNS gratuiti.

Per poter utilizzare questi DNS di Google, o altri gratuiti, dovrete conoscere l’indirizzo IP (facilmente reperibile in internet con una semplice ricerca) e impostarli sul vostro PC.

Normalmente i fornitori internet utilizzano i propri server DNS, ma spesso questi presentano dei blocchi regionali. Ad esempio un programma TV potrebbe essere visibile in un paese e non in un altro.

Per evitare questo problema, basta impostare un diverso server DNS da quello utilizzato dall’operatore. Nel caso di Google, vi sono due indirizzi da poter impostare.

Il primario ha come IP: 8.8.8.8

mentre il secondario ha l’IP: 8.8.4.4

dns google

È possibile modificare l’IP DNS in tutti i sistemi, da Windows fino a Linux, passando anche per quelli per smartphone come OS X e Android.

Come cambiare DNS server

Oltre a poter utilizzare alcuni software, il serve DNS preimpostato può essere cambiato nelle impostazioni di rete del vostro pc.

Nel caso del sistema operativo Windows ad esempio, basta andare sul pannello di controllo, ed entrare nel Centro di connessione rete e condivisione. Una volta lì, nella finestra di sinistra, cliccate su Modifica impostazione scheda, per far comparire le due connessioni utilizzate sul Pc: Ethernet e Wi-fi.

Cliccate con il testo destro la connessione che vi interessa e scegliete Proprietà. Si aprirà un’altra finestra, e scorrendola troverete Protocollo internet versione 4. Con il doppio click su questa voce, potrete aprire un’altra finestra dove selezionare la scelta manuale degli indirizzi dei server DNS di Google. Non vi resterà che inserirli e cliccare su applica. Da quel momento il vostro computer utilizzerà sempre i server DNS di Google in qualsiasi momento della navigazione.

Naturalmente potrete inserire altri indirizzi, di server DNS gratuiti, se lo riterrete opportuno. La scelta dipende sempre dalle vostre esigenze, e va quindi ponderata dopo un’attenta ricerca su internet, per stabilire vantaggi e svantaggi.

Se non volete agire sul setting del vostro pc, potrete utilizzare anche uno dei software presenti sulla rete, sempre gratuiti, che vi consentono di modificare l’indirizzo IP dei server DNS da utilizzare durante la navigazione.

Sinceramente non vi sono grandi difficoltà nel reimpostare questi indirizzi, ma alcuni trovano più utili dei programmi specifici. Tra questi, uno performante e poco pesante per il vostro sistema è QuickSet DNS. Facile da usare, scaricabile gratuitamente per Windows senza installazione. Però è solo in lingua inglese.