Se hai notato che la tua chiavetta USB non funziona più bene come un tempo, tanto che la copia dei file è diventata una drammatica perdita di tempo, o magari è condita con continui messaggi di errore, la cosa migliore che puoi fare è cercare di risolvere questi pregiudizi andando a formattarla.

Ma come puoi fare per formattare una chiavetta USB? Se non hai esperienza in questa materia… non ti preoccupare: sappi che la formattazione di una USB pen è molto semplice, e che riuscirai ad arrivare al risultato desiderato in pochi minuti sia su piattaforma Windows che su Mac OS. Vediamo come!

Come formattare una chiavetta USB con Windows

Come formattare una chiavetta USB con Windows

Se hai un PC con Windows, ti consigliamo innanzitutto di collegare la chiavetta al PC e poi andare su Esplora Risorse o Esplora File (la voce cambia a seconda della versione del sistema operativo). Seleziona poi la voce Computer o Questo PC (anche questa voce cambia a seconda della versione del sistema operativo). Se usi Windows XP, clicca su Start e poi vai su Risorse del computer per poter individuare l’icona della chiavetta USB che vuoi formattare.

Fatto ciò, clicca con il tasto destro del mouse sulla pennina da formattare e seleziona la voce Formatta dal menu che compare. Nella finestra che ti apparirà davanti scegli tra FAT32, exFAT e NTFS il file system con cui formattare il drive, selezionando nel menu File system. Ma cosa significano queste sigle?

In termini estremamente sintetici, FAT32 è l’impostazione predefinita che ti consigliamo di adottare, poiché ti permetterà di creare delle unità che sono compatibili con ogni dispositivo: il principale limite cui andrai incontro, è l’impossibilità di archiviare dei file singoli maggiori ai 4 GB. Se vuoi archiviare file più grandi puoi optare per NTFS oppure l’exFAT, che è anche più supportato.

Scelto il formato, dovrete assegnare il nome alla chiavetta nella voce Etichetta di volume, e scegliere se volete una formattazione completa o veloce (c’è una voce apposita che si chiama – appunto – Formattazione veloce). La differenza tra le due versioni è che solo con la formattazione completa verrà effettuato un controllo di integrità dell’unità oggetto di formattazione.

Superato anche questo piccolo passaggio cliccate su Avvia per far partire l’operazione, e attendete che la procedura venga portata a termine.

Come formattare una chiavetta USB con Mac OS X

Come formattare una chiavetta USB con Mac OS X

Vediamo dunque come poter formattare una chiavetta USB con Mac OS X. La procedura è comunque molto semplice: ti sarà sufficiente usare l’Utility Disco che è disponibile su OS X, e con la quale potrai gestire tutti i dischi, interni o esterni.

Pertanto, collega la penna USB da formattare e avvia l’applicazione: clicca su Vai, poi su Utility e seleziona il nome della chiavetta dalla barra laterale di sinistra, e poi fari clic su Inizializza. Scegli il file system che vuoi usare per formattare la chiavette tra le varie alternative a tua disposizione: MS-DOS (FAT), che ti garantirà la massima compatibilità; exFAT, che eliminerà il limite dei 4GB di peso per ciascun file; Mac OS esteso, che tuttavia ha una compatibilità esterna al mondo Mac molto limitata.

Una volta scelto il file system, assegna un nome alla chiavetta nel campo Nome e valuta quale grado di sicurezza applicare all’operazione nel pulsante delle opzioni (riuscirai a indicare il numero di volte che i dati presenti sul dispositivo formattato saranno sovrascritti). Fai poi clic su Inizializza per poter dare il via alla procedura di formattazione della pendrive.

Così facendo avvierai il processo di formattazione, la cui durata sarà variabile a seconda delle tue scelte. Terminata la procedura fai clic sul pulsante Fine, espelli la chiavetta dal Mac e… avrai terminato la formattazione!