Mastino tibetano

Piuttosto raro in Europa fino a non troppo tempo fa, come intuibile dal nome stesso, il cane è originario di una zona asiatica che riguarda non solamente il Tibet, quanto anche il Nepal e parte della Cina e dell’India: proprio da quest’ultima zona, furono gli inglesi i primi a importare gli esemplari di Mastino tibetano, fruendo della popolarità del cane nei propri ex possedimenti. Solo in periodi più recenti il Mastino tibetano è stato allevato in Europa.

Carattere

Contrariamente alla sua (errata) fama, il Mastino tibetano non è affatto un cane aggressivo e pericoloso. Anzi, si tratta di un cane particolarmente calmo, dall’umore rilassato, predisposto alla buona convivenza. Naturalmente, il cane in questione è molto orgoglioso e, proprio per questo motivo, può essere testardo e disobbediente: è dunque un cane che richiede un proprietario paziente e fermo nelle sue intenzioni. Con gli altri esemplari ha generalmente un atteggiamento stabile e discreto: nelle rare occasioni in cui è provocato il suo innato istinto di guardia e protezione, il Mastino tibetano assume un aspetto impressionante, gonfiandosi e emettendo un rumore sordo.

Standard

Introdotte le sue specificità caratteriali, passiamo brevemente a comprendere quali sono le sue caratteristiche “standard”. In primo luogo, a contraddistinguere gli esemplari di Mastino tibetano sarà un aspetto potente e pesante, ben piazzato, con ottima ossatura. La testa sarà larga e forte, con un muso di buona larghezza, quadrato. Il naso è largo e tendenzialmente scuro. La mascella è solida e perfetta, regolare con chiusura a forbice. Gli occhi sono di media grandezza, così come le orecchie, triangolari e pendenti. Il collo è muscoloso e ben tornito, gli arti anteriori sono dritti, ben angolati e coperti da pelo forte. Gli arti posteriori sono potenti e muscolosi, con buona angolazione. La coda è di media lunghezza, e non supera la punta del garretto. Il pelo è di norma duro e fitto, di colore nero, gold, rosso.

Per quanto concerne le sue ulteriori caratteristiche, il Mastino tibetano è conosciuto per essere un buon cane da guardia e da difesa. La sua maturità nella forma è raggiunta tra i 2 e i 3 anni nella femmina e oltre i 4 anni nel maschio.

Mastino tibetano: è il cane che fa per me?

Carattere del Mastino tibetano

Dalle poche righe di cui sopra dovreste aver dedotto che il Mastino tibetano è un cane dalla fortissima personalità e da qualche particolarità con la quale sarebbe bene entrare nella dovuta confidenza prima di assumersi troppo rapidamente la responsabilità della sua cura. Si tratta innanzitutto di un cane dalle dimensioni tendenzialmente molto importanti, e che sebbene si possa adattare negli appartamenti, richiede comunque uno spazio abbastanza rilevante, al fine di non impedire i suoi movimenti.

Tuttavia, si tratta anche di un cane particolarmente docile e saggio. Soprattutto se ben formato fin dall’infanzia, non farà fatica a manifestare un carattere riflessivo e stabile. La sua discrezione è inoltre un’arma fondamentale: il cane non fornisce confidenza molto facilmente, e non si arrabbia se non è strettamente necessario.

In ogni caso, non è certo un esemplare sottovalutabile per quanto concerne le funzioni di guardia. Nelle ipotesi in cui si dovesse rendere esigente, il cane può ben manifestare tutta la sua possanza, divenendo ancora più grande (si gonfia in misura molto significativa), e emette un brontolio profondo che, di norma, è sufficiente per spaventare anche i più coraggiosi.

Se volete saperne di più, vi consigliamo di parlarne con un veterinario e con un allevatore esperto e qualificato.