giovedì, Novembre 21, 2019
Home Blog Pagina 2
Gatto Anallergico

Gatto Anallergico: 3 razze più comuni

Esiste un gatto anallergico? Quali sono le razze e quanto costa? Nell'articolo di oggi affrontiamo questo tema davvero molto caro a tutte le persone che soffrono di allergia al pelo del gatto e non possono perciò soddisfare il loro desiderio di averne uno!
Gatto himalayano

Gatto himalayano, un felino giocherellone e molto docile

Sono tante le persone che ritengono come il gatto himalayano, in realtà, non sia una vera e propria razza. Infatti, sarebbe una sorta di sottocategoria della razza principale del gatto persiano.
maialino nano

Maialino nano: una nuova possibilità di scelta tra gli animali domestici

Il maialino nano viene chiamato anche maiale Vietnamita oppure Thailandese e fa parte della categoria degli animali da compagnia.  Nonostante presenti diversi appellativi è davvero semplice intuire quale possa essere la caratteristica principale di questo animale.
Bracco di Weimar

Il Bracco di Weimar: non solo per chi ama la caccia!

Fra i progenitori troviamo certamente il Bloodhound, o Chien de Saint Ubert, o in modo diretto o passando per il Cane Grigio di San...
gabbia ideale per il criceto russo

Gatto abissino: caratteristiche e carattere

Il gatto abissino è un animale che gioca molto, inoltre cerca spesso attenzione da parte del proprio padrone. Si tratta di una razza felina di taglia media la quale generalmente pesa sui 4 kg.
Cacatua

Cacatua (pappagallo bianco): origini, caratteristiche e curiosità!

Il pappagallo Cacatua bianco o Cacatua alba è un uccello originario dell’Australia e dell’Indonesia. Appartiene alla famiglia dei cacatuidi, una famiglia di uccelli dell’ordine Psittaciformes. “Cacatua” deriva dal nome malese di questi particolari uccelli. Kaka(k)tua, (forma composta di kaka, “pappagallo”, più tuwah, o “sorella più vecchia”, dalle parole kakak, “sorella”, più “vecchia”).
Cani da appartamento

Cani da appartamento: piccolo è bello (e pratico…)

Ebbene sì, cani da appartamento non è una contraddizione in termini: se sapremo sempre tenere bene a mente che un cane è un essere vivente e non un giocattolo, quindi se rispetteremo tutte le sue necessità di attività fisica, socializzazione, bisognini da fare più volte al giorno, l’amore che potremo dargli (e che lui ricambierà moltiplicato), saprà controbilanciare il desiderio degli animali di vivere sempre a contatto con la natura, 24 ore su 24.
Grande Bovaro Svizzero

Il Grande Bovaro Svizzero: austero e solenne ma anche… affettuoso!

Il Grande Bovaro Svizzero è un cane le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Deriva dall’antico molosso da battaglia portato in terra svizzera dalle legioni romane. Nel dodicesimo secolo il Grande Bovaro Svizzero era compagno in guerra dei primi confederati. Passando a tempi più recenti, nel 1489 si tentò di eliminarlo completamente con un editto a Zurigo ad opera di Hans Waldmann, però non ci fu riscontro da parte dei contadini che disubbidirono all’ editto.
Pappagallo Cenerino

Il Pappagallo Cenerino: un volatile… di compagnia!

E’ originario dell’ Africa e precisamente della zona equatoriale. Il nome gli viene dal suo caratteristico colore del piumaggio che è di una tonalità cenerina del grigio, cui non mancano alcune piccole aree bianche. La coda assume i colori marrone oppure rosso secondo la sottospecie di appartenenza.
peso del Mastino Tibetano

Alano Arlecchino: il gigante buono.

Quando si parla di Alano Arlecchino, si vuole indicare una razza canina dalle dimensioni alcune volte esagerate. L’altezza al garrese è almeno di 80 centimetri per il maschio e 75 per la femmina. La sua particolarità però non è l’altezza, ma la tolleranza che mostra verso i bambini, a tal punto da farsi trattare come fosse un cavallo, senza mostrare alcuna reazione.