papaya

Alimento gustoso e nutriente, la papaya è un frutto tipico di “importazione”, che non tutti sanno scegliere, spolpare e mangiare correttamente. Quanto sufficiente per poterci occupare di ciò… a cominciare dalla scelta del frutto: è bene infatti scegliere una papaya matura, con la pelle che cambia dal verde al giallo. Se la papaia è matura, si dovrebbe inoltre essere in grado di premere il pollice nella sua polpa: in ogni caso, se non è ancora matura, sappiate che la papaya matura più rapidamente quando viene messa in un sacchetto di carta con frutti che producono etilene, come mele o banane.

In questo modo avrete la certezza di poter fare il pieno di vitamina C, elementi nutrienti e antiossidanti. Inoltre, si tenga conto che la papaya matura è particolarmente adatta a chiunque abbia uno stomaco sensibile, soffra di sindrome dell’intestino irritabile o una cattiva digestione. La papaya contiene infatti uno speciale enzima digestivo chiamato papaina, che è il motivo per cui il frutto è apprezzato come un potente aiuto digestivo.

Detto ciò, vediamo come preparare la papaya per il pasto!

Come mangiare la papaya

La prima cosa da fare è mettere la papaia su un tagliere e, con un grande coltello affilato, tagliare il frutto a metà nel senso della sua lunghezza.

Quindi, aprire la papaia “dimezzata” e dividerla in due sezioni. Con un cucchiaio grande, raschiate i semi. Cercate di non tagliare troppo in profondità con il cucchiaio, perché altrimenti potreste perdere un bel po’ di frutta, specialmente se è troppo matura.

papaya

Inoltre, non c’è bisogno di gettare i semi nella spazzatura! Non solo i semi di papaia sono commestibili, ma piccole quantità di essi nella vostra dieta possono essere un toccasana. Il loro sapore è particolarmente forte (un incrocio tra senape e pepe nero), ma potrebbero piacere a qualcuno.

Fatto anche ciò, potete finalmente godervi la papaya scavandoci dentro con un cucchiaio. Oppure potete creare delle “palline di papaia” usando il consueto attrezzo che potete usare anche per fare le palline di gelato. Considerato che ci sono molti modi per affettare, presentare e preparare la papaya, date sfogo alla vostra creatività!

Infine, vi ricordiamo che per poter sbucciare la papaia, è bene tenere la frutta in verticale e far scorrere il coltello lungo la pelle. Anche in questo caso, cercate di non affettare troppo in profondità, altrimenti perderete molto frutto. Se non vi sentite a vostro agio con un coltello, usate un pelapatate per rimuovere la pelle o, in alternativa, tagliate la papaya a fette ed usare un coltello per sbucciare la buccia di ogni fetta.

Un piccolo consiglio per la preparazione: spremere un po’ di succo di lime sopra la papaia per eliminare gli odori sgradevoli ed esaltare il sapore della frutta. Oppure combinate la vostra papaia fresca con altra frutta in una macedonia di fine pasto. Non ve ne pentirete!

Approfondimenti e bibliografia