prevenire le emorroidi

In genere le emorroidi peggiorano nel tempo, per questo motivo i medici suggeriscono un trattamento rapido che va a colpirle non appena compaiono.

Le cause

Si verificano quando le vene intorno all’ano (o nel retto) si dilatano a causa del flusso sanguigno. Possono comparire in particolare nei seguenti casi:

  • gravidanza

le emorroidi si verificano più facilmente nelle donne in stato di dolce attesa perché, mentre l’utero si allarga, preme sulla vena del colon, causando il rigonfiamento.

  • invecchiamento

sono una condizione comune tra gli adulti di età compresa tra i 45 e i 65 anni. Ciò però non significa che bambini e giovani adulti non possano soffrirne.

  • diarrea

soprattutto quando è cronica.

  • costipazione cronica

lo sforzo per creare un movimento intestinale pone una forte pressione sulle pareti dei vasi sanguigni.

  • vita sedentaria

stare seduti per lunghi periodi favorisce lo sviluppo di emorroidi.

  • sollevamento pesi

anche sollevare pesi molto pesanti in modo ripetuto può permettere alle emorroidi di nascere.

  • obesità

spesso connessa alla dieta. Particolarmente consigliata è un’alimentazione ad alto contenuto di fibre.

  • genetica

alcune persone possono ereditare una tendenza a sviluppare emorroidi.

Sintomi

Di seguito i segnali principali di un’emorroide.

  • emorragia indolore
  • prurito o irritazione nell’area anale
  • dolore nella regione anale
  • tessuti di pelle al di fuori dell’ano
  • gonfiore.

I sintomi possono essere dolorosi, ma come riferito dal sito Inran.it non sono causa di preoccupazione. L’importante è riconoscerli in modo da trattare le emorroidi con più efficacia.

Trattamenti

La tipologia più comune non chirurgica dell’emorroide è la legatura di gomma. È una procedura che viene utilizzata per le emorroidi interne, dove viene posta una banda elastica sulla base delle stesse, per tagliare l’afflusso di sangue. Il risultato è una diminuzione delle dimensioni delle emorroidi.

Un’altra procedura si chiama scleroterapia. In questo caso viene iniettata una soluzione nell’emorroide interna. Si crea così una cicatrice che blocca l’afflusso di sangue. Altre opzioni da considerare sono una fotocoagulazione a raggi infrarossi e un’elettroagglomerazione.

Prevenire le emorroidi

Prevenire le emorroidi

Se le feci sono sempre morbide e i movimenti intestinali sono regolari, la possibilità di sviluppare emorroidi è notevolmente ridotta. Ma il rischio può essere abbassato in diversi modi. Vediamo come.

  • alimentazione

mangiare cibi ricchi di fibre, come frutta, verdura e grani interi, significa movimenti intestinali regolari. Allo stesso modo, bere molto aiuta mantenere le feci morbide. Inoltre, la fibra previene la stitichezza. Da evitare gli alcolici.

  • movimenti intestinali regolari

ma evitate di sforzarvi, altrimenti si crea pressione nelle vene situate nel retto inferiore. Quindi andate in bagno solo quando necessario. Più lunga è l’attesa e più le feci si induriscono.

  • attività fisica

stare seduti o in piedi per lunghi periodi di tempo mette pressione sulle vene. Fare movimento fisico aiuta le feci a passare facilmente attraverso l’intestino, regolarizzando la flora intestinale.

  • peso corporeo

il sovrappeso aumenta sensibilmente il rischio di sviluppare le emorroidi.

Prevenire le emorroidi è più facile a farsi che a dirsi. Prendete i dovuti accorgimenti e questo fastidioso problema sarà soltanto un lontano e doloroso ricordo.