barcellona_2Il giorno dopo decidiamo di lasciar perdere i luoghi più famosi della città, e ci dirigiamo verso un noleggio di scooter che abbiamo trovato su internet la sera precedente: per 20 euro ci prendiamo un motorino, 2 caschi e un pieno di benzina, ed iniziamo a girare la città come i locali. La conosciamo bene essendo per noi la quinta volta in città, dunque non abbiamo bisogno di mappe o di indicazioni. Prima tappa: Plaza de Toros de Las Arenas. Ma attenzione, la corrida non c’entra niente: adesso è stata ristrutturata e all’interno è un modernissimo centro commerciale! E’ situata nella bella Placa de Espanya, dunque dopo lo shopping e le foto di rito al mega albero di Natale che troneggia al centro ci dirigiamo verso la collina di Montjuic, diamo un’occhiata allo stadio Olimpico e riscendiamo dalla parte del porto, per tornare al monumento a Colombo e proseguire in direzione Barceloneta. Questa zona è secondo noi la più bella della città: una spiaggia fantastica popolata da persone del posto, architetture moderne la punteggiano ad entrambe le estremità (l’hotel W-Barcelona da una parte e le torri Mapfre dall’altra). Passiamo un’oretta in spiaggia al sole incredibile di dicembre, pausa di rito al Port Olimpic e a questo punto decidiamo di deviare per la Sagrada Familia. Questo tempio non ha certamente bisogno di presentazioni, ma noi non ci eravamo mai entrati dunque cogliamo al volo l’occasione, visitandone l’interno e il bel museo nei sotterranei.

Si fa sera, riconsegniamo lo scooter e ceniamo in uno dei numerosi locali per turisti sulle Ramblas: siamo stanchi e non abbiamo voglia di cercare locali tipici. Il mattino dopo è la vigilia di Natale, l’aereo parte nel primo pomeriggio dunque abbiamo ancora qualche ora per respirare l’atmosfera natalizia che pervade la città. Un ultimo succo di frutta a La Bouqueria, un ultimo pranzo a base di tapas ed eccoci sulla navetta che ci porta al Terminal 1 dell’aeroporto internazionale di Barcellona. Il volo di Vueling è comodo e tranquillo, un’ora e mezzo dopo siamo a Firenze, pronti per festeggiare il Natale con i nostri cari.