rifugio per cani dove si canta
La storia di un rifugio nella North Carolina, dove si suona e canta per gli animali ospitati.

Gestire i cani in un rifugio non è mai semplice. Spesso gli animali appaiono stanchi, stressati e ansiosi di vivere una vita diversa, fuori dai recinti in cui sono spesso lungamente costretti.

Ebbene, in un centro specializzato statunitense si è trovata una modalità davvero molto innovativa per poter riportare la serenità nel gruppo di cani ospitati: cantare una bella canzone dedicata ai pet qui presenti. Ma come?

Il centro di Vance County

L’idea è nata in un centro di Vance County, nella North Carolina. Qui, Chad Olds ritiene di aver trovato un metodo davvero efficiente per poter dare maggiore serenità e tranquillità ai cani presenti fra i box del suo rifugio locale. Ogni giorno, armato solo della sua chitarra, l’uomo suona e canta in favore dei suoi amici a quattro zampe meno fortunati. I quali… non possono far altro che ascoltare le sue doti da musicista con un pizzico di curiosità e di gradimento!

Ad ogni modo, l’idea di Olds non è certamente stravagante. Diverse recenti ricerche hanno ad esempio dimostrato, supportate da numerose sperimentazioni pratiche effettuate sul campo, come la musica possa essere un aiuto naturale e utile per poter gestire al meglio la vita degli animali da rifugio. In particolare, i migliori risultati sarebbero stati ottenuti con cani e gatti.

È infatti sufficiente presentar loro un sottofondo musicale per consentirgli di ridurre il tipico stress cui sono sottoposti in questi centri. Gli animali appaiono più rilassati, calmi e pacifici, e dunque meglio disposti a vivere una condizione non certo facile. E proprio sulla base di tale intuizione, Olds continua giorno dopo giorno a imbracciare la sua chitarra e cantare per i cani presenti nei box.

Secondo quanto riferiscono i responsabili del centro, il risultato sarebbe stato davvero sorprendente. Tanto che, fin dalle prime note, i cani hanno smesso di abbaiare posizionandosi in attento ascolto, trasportati dal suono della chitarra e dalla voce del loro compagno umano.

via : www.turistia4zampe.it