Ma avendo l’hotel a South Beach è qui che trascorriamo la maggior parte del tempo: Ocean Drive è puntellata di edifici Art Deco da film, la gente in strada corre, fa sport, fa ginnastica, viaggia in auto sportive di lusso con la musica a tutto volume: sembra di vivere in un sogno.

Dopo 5 giorni lasciamo Miami per dirigerci verso Key West, percorrendo una strada da cartolina, la Overseas Highway, un’autostrada sospesa sul mare. Raggiungiamo Key West nel primo pomeriggio, alloggiamo all’hotel La Pensione, un edificio in stile coloniale con camere ampie e spaziose, e uno staff a dir poco incredibile. L’hotel è piccolo e intimo, i camerieri ai piani e i gestori ci fanno sentire come a casa nostra. Key West è un piccolo paese, ma è davvero bellissimo: palme e cielo azzurro non ci abbandonano mai, ma a differenza di Miami qui i grattacieli e gli edifici art deco lasciano spazio ad atmosfera rilassata e a case in stile coloniale. La strada principale, Duval Street, è piena di negozi, bar, pub e gallerie d’arte, affollatissima di gente che viene da queste parti da tutti gli Stati Uniti per godersi un po’ di caldo, di mare e di relax.

Facciamo le foto di rito presso il punto più a sud degli Stati Uniti continentali, guardiamo il tramonto calare dietro Mallory Square assistendo alla Sunset Celebration che si tiene ogni giorno, durante la quale gli artisti di strada eseguono le loro performance davanti ad un pubblico nutrito. Key West è un piccolo microcosmo, una cittadina che ha tutto e soprattutto possiede un’atmosfera rilassata davvero stupenda.

Trascorriamo 2 giorni a Key West, ma purtroppo siamo alla fine della vacanza. Percorriamo la Overseas Highway al contrario, giungendo a Miami Beach per l’ora di pranzo. Tempo di un’ultima passeggiata su Ocean Drive, di un ultimo bagno a South Beach, di un ultimo people watching, e siamo di nuovo in auto, stavolta, purtroppo, in direzione aeroporto.

Il viaggio termina a bordo di un Boeing 767 di American Airlines, decisamente inferiore come qualità rispetto all’aereo Iberia che ci portò a Miami la settimana passata. Anche in questo caso effettuiamo un brevissimo scalo a Madrid, un cambio di aereo ed eccoci di nuovo a Bologna. La settimana di vacanza è terminata, ma i ricordi che ci porteremo dietro rimarranno indelebili nella nostra mente.