Segugio maremmano

Il momento divano e tv è sacro in ogni famiglia, per questo tutti prestano particolare attenzione al proprio salotto e ad avere apparecchi elettronici fra i migliori, per guardare un film ad alta risoluzione e con un audio eccellente. La chiave di tutto è avere una buona Tv e una soundbar di ottima qualità. Scegliere fra le migliori soundbar non è tuttavia semplice, i marchi sono moltissimi, così anche i modelli.

Se hai fatto l’investimento per una bella e grande Tv d’altronde, non completare l’opera con una soundbar è davvero un peccato, eppure potrebbe garantirti un effetto cinema, senza però spendere per i biglietti per tutta la famiglia. La soundbar è infatti in grado di rendere speciale la visione, incorniciandola con un suono high quality, ma senza avere l’ingombro di un intero impianto sorround, molto più costoso e invadente.

L’ascesa e la diffusione delle soundbar

Se fino a qualche tempo fa, l’unico sistema per avere a casa propria un audio coinvolgente e d’effetto era quello di dotarsi di un sistema audio ingombrante, pieno di cavi e dai costi esorbitanti, oggi non è più necessario. Questo è possibile grazie ad un apparecchio semplice e poco voluminoso, cioè la cosiddetta soundbar. La prima soundbar è del 1998, ma la diffusione è stata progressiva, specialmente da quando i televisori si sono fatti super sottili e l’audio integrato alle stesse non dà risultati soddisfacenti.

Questa è un diffusore del suono che utilizza un sistema distribuito in senso orizzontale, dotato di altoparlanti ad alta qualità audio. L’effetto surround è convincente e per questo il prodotto sta oggi riscuotendo grande successo. Stando davanti all’apparecchio, i suoni sembrano infatti provenire da tutte le direzioni: una visione cinematografica davvero speciale.

È ovvio che l’effetto della soundbar non è il medesimo di un impianto sorround multicanale, ma sicuramente è molto apprezzato perché ha costi minori e soprattutto è davvero molto, molto meno ingombrante. Con una barra di questo tipo si può simulare solo l’effetto direzionale, che non sarà come un impianto home entertainment, ma può fare il suo compito in modo eccellente, con anche una minore interferenza a dire il vero.

Che cos’è questo apparecchio?

Che cos’è questo apparecchio?

Una soundbar si presenta come una cassa dalle dimensioni ridotte, con forme e colori diversi. Essa è sostanzialmente una cassa, cioè un diffusore audio, progettato per il posizionamento davanti all’apparecchio Tv, di norma sulla medesima base d’appoggio o al massimo in posizione un poco ribassata. Se il televisore è invece appeso al muro, la soundbar si posiziona di solito sotto al televisore, su una mensola o appesa al muro con appositi kit (di solito in dotazione). Tutti i brand più conosciuti che vendono televisori e impianti audio, oggi propongono almeno un modello di soundbar fra il loro ventaglio di prodotti, perché di recente la diffusione è massima.

Perché è un prodotto diffuso?

Le tv sono sempre più sottili e non danno risultati audio soddisfacenti, ma gli impianti sorround sono troppo costosi e ingombranti, è così che le barre sound stanno raggiungendo la loro massima diffusione proprio in questo periodo. I vantaggi di questo apparecchio sono diversi:

  • sono economiche rispetto ad altri impianti,
  • sono poco ingombranti,
  • offrono discrete prestazioni,
  • si collegano in modo semplice al Tv, anche a volte con un solo cavo,
  • sono di diversi tipi, colori, modelli, forme, per accontentare tutti,
  • costano poco,
  • offrono diverse funzionalità,
  • alcune hanno anche la possibilità della connessione Bluetooth/Wireless per collegarsi ad una sorgente esterna, come un tablet o uno smartphone.

Come scegliere una soundbar: guida all’acquisto

Capito che cos’è una soundbar, vediamo quali sono i parametri da valutare per l’acquisto del prodotto, per scegliere quello perfetto per casa propria. L’elemento primario è sicuramente il budget da investire: ci sono infatti soundbar di fascia bassa e quelle di fascia alta. Bisognerà poi capire che tipo di prestazione si intende avere: i modelli e le tipologie sono diversi. C’è la possibilità di scegliere una soundbar con canali dedicati, una per rendere il suono direzionale più realistico, i modelli più semplici e tradizionali. Cerchiamo di muoverci nella descrizione dei modelli più diffusi, descrivendone le caratteristiche.

Bose Solo 5 TV

Bose Solo 5 TV

Il top di gamma è sicuramente la soundbar Bose Solo 5, dal design compatto, lineare e semplice, posizionabile in maniera versatile in diversi ambienti. Il prodotto ha un prezzo superiore rispetto ad altri prodotti, ma garantisce alte prestazioni. Siamo intorno ai 250 euro. Bose è nota per la qualità dell’audio e infatti questa sound bar offre suoni nitidi, dialoghi definiti, effetti reali e musica di qualità. Ci sono due canali, per una potenza totale di 30 Watt, un ingresso ottico, uno coassiale, uno analogico ausiliario e due ingressi audio digitali. La confezione include un alimentatore, un telecomando con batterie e un cavo ottico di connessione.

L’apparecchio è affidabile, costruito con materiali di qualità ed ha una resa audio di qualità, cristallina, che giustifica il prezzo di vendita. La soundbar si presta in particolare a Tv medio-piccole. Il sistema ha il Bluetooth per permettere la connessione wireless e controllarla anche con dispositivi mobili, usandola così anche per lo streaming da telefono, tab e PC.

Sony HT-CT 390 Soundbar 2.1

Paragonabile al modello Bose, c’è la Sony HT-CT 390 Soundbar 2.1 più conveniente ma davvero di poco, dal momento che il costo si aggira intorno ai 215 euro. Ha un design esile ed elegante, poco ingombrante, da applicare al muro o da appoggiare sotto alla Tv, o davanti allo schermo perché sottile. L’apparecchio dà la possibilità di connetterlo in modi diversi, sia con il wifi che con il cavo. Le porte infatti sono HDMI, USB, ingresso ottico e analogico. La porta USB permette di collegarlo a pendrive o simili, mentre l’HDMI ARC permette il collegamento con un solo unico cavo, per avere meno ingombro e un controllo ottimale.

La soundbar di Sony può creare un ambiente avvolgente e il subwoofer Wireless permette di ottimizzare la qualità delle frequenze, anche basse. La soundbar permette un risultato di qualità anche da lettori DVD e BluRay, grazie all’ingresso ottico. Grazie all’App SongPal gratuita, si può comandare la soundbar dal cellulare.

Modello Samsung Barre de son HW-J250/ZF

Il modello J250 del 2015 è uno dei prodotti ancora più venduti. Il prezzo è decisamente conveniente, probabilmente difficile da battere sul mercato e Samsung di solito propone buoni prodotti. Gli svantaggi sono che la potenza non è tantissima e non ha l’ingresso HDMI, che magari alcuni cercano. Ha quindi l’ingresso ottico, con il suo cavo incluso, e quello analogico, ovvero un jack da 3,5 mm che permette di connetterlo a lettori audio. Ha la porta USB per il collegamento di pendrive e simili, utilizzando l’App gratuita Audio Remote App.

Le dimensioni del prodotto sono ridotte, è infatti sottile e compatto, anche grazie al subwoofer integrato e non all’esterno. Lo spazio occupato è minimo. Il dispositivo è dotato di Bluetooth per il collegamento wireless alla Tv (dipende comunque dalla Tv), quindi si può evitare di avere un cavo ingombrante antiestetico e basta un telecomando per regolare tutto, molto comodo. L’accensione e lo spegnimento è concomitante alla televisione grazie alla funzione Audio Power Link. Il Samsung J250 ha un ottimo rapporto qualità/prezzo ed è carino e compatto per ambienti piccoli. Il costo del prodotto è 80-110 euro.

Yamaha YAS-105

Yamaha YAS-105

Un altro validissimo prodotto è proposto da Yamaha, con due altoparlanti, uno da 30 Watt e uno da 60, per una potenza complessiva della soundbar di 120 Watt. La qualità dei suoni, degli effetti e dei dialoghi è ottima e nitida, si tratta quindi di un dispositivo perfetto per migliorare l’audio della propria Tv. Con i bassi più profondi tuttavia può dare delle difficoltà.

Le possibilità di collegamento che offre sono molteplici. Ci sono due vani posteriormente, in cui ci sono due ingressi analogici AUX-in per due jack misura standard da 3,5 mm, due ingressi digitali (un coassiale e un ottico) perfetti per collegare il dispositivo, per esempio, a un lettore Blu-ray, a un decoder o a una console. Il Bluetooth integrato permette di avere un audio perfetto per le nostre visioni in streaming, da mobile.

Un telecomando in dotazione, dotato di pile, permette di controllare la soundbar a distanza, mentre un App (Home Theater Controller) ne consente il controllo da mobile. Yamaha ha installato l’Air Sorround Xtreme sul dispositivo, per un audio più morbido e avvolgente, e il sistema Clear Voice, per un’ottima resa dei dialoghi.

Fascia bassa: Lonpoo 2.0 e Panasonic SC-HTB8EG-K

Per guardare a prodotti di fascia bassa, c’è invece la soundbar Lonpoo 2.0, al costo di circa 65 euro. Il design di questo prodotto è semplice e compatto, con altoparlanti di qualità per un suono molto buono. Il dispositivo è dotato di comando a distanza con un telecomando. Le porte d’ingresso del dispositivo sono quella ottica, la coassiale e la analogica. Una porta USB permette di collegare PC, smartphone e lettore Audio portatile. Il modello di Panasonic è diverso, con il piano inclinato, applicabile sia a muro che sul mobile tv anteriormente all’apparecchio. La soundbar ha un ottimo rapporto qualità prezzo e permette di migliorare le prestazioni audio della Tv e di ascoltare i suoni emessi dallo smartphone, musica o streaming, grazie al bluetooth. La potenza di questo apparecchio è 80 Watt, quindi discreta.