Tutto quello che c'è da sapere su Lucy, una delle nostre più celebri antenate, sulla sua vita e sulle circostante della sua morte.

[wp_geo_map]

Rakotzbruke noto anche come il Ponte del Diavolo, è una originale costruzione che sorge nel più grande Parco di rododendri ed azelee, molto noto al turismo europeo.

Situato a Kromlau, frazione del Villaggio tedesco di Gablenz, nella zona più orientale della Sassonia, Rakotzbruke si presenta agli occhi dei suoi innumerevoli visitatori come un’imponente struttura che attraversa con il suo arco perfetto il lago sottostante. La sua costruzione risale al 1860 circa ed è sostenuto da colonne esagonali di basalto; sembra che il nominativo di Ponte del Diavolo gli sia stato attribuito, perché era quasi impossibile costruirlo, senza l’aiuto del “diavolo” stesso.

Per erigerlo furono impiegati ben dieci anni ed oggi, oltre alla sua splendida posizione nella natura, ciò che lascia senza fiato è soprattutto il gioco del riflesso del suo arco nell’acqua del lago sottostante, che forma un cerchio perfetto, da qualsiasi lato lo si osservi.

Ammirandolo, si avrà l’impressione di essere nelle vicinanze di uno stargate, uno di quei paesaggi multidimensionali, in grado di trasportare in mondi paralleli.

il-ponte-del-diavolo-RakotzbrukeLa bellissima cornice che fa da sfondo al Rakotzbruke, grazie alla grandissima varietà di vegetazione presente nell’immenso Giardino botanico di Kromlau, fa di questo posto il luogo ideale dove trascorrere una giornata a contatto con la natura.

In realtà non esiste un periodo migliore per visitarlo, ogni stagione porta con se nuovi colori e profumi e le innumerevoli piante offrono uno spettacolo variopinto in ogni stagione dell’anno.
Sicuramente per raggiungere questa meta così affascinante ed interessante da qualsiasi luogo si parte, il mezzo più consigliato è l’aereo, che consentirà di raggiungere la Sassonia (Lipsia o Dresda), per poi raggiungere Kromlau servendosi dei traporti interni.